Federazione Italiana Nuoto Comitato Regionale Pugliese

FONDO

OPEN WATER Trofeo delle Regioni a Piombino una buona Puglia per fare esperienza.

3 Luglio 2022

Si è conclusa nella giornata di sabato 2 luglio il Trofeo Delle Regioni di nuoto in acque libere a cui ha partecipato, per la prima volta, la Rappresentativa della Puglia capitanata dalle nostre coach Daniela La Macchia e Claudia Corrente.

Sotto la direzione del Responsabile regionale del settore nuoto di fondo Ruggiero Messina ed impegnati nella 5 km e nella staffetta 4 x 1250 erano presenti
per la Mediterraneo Sport Alessia Favale e Christian Palmisano, per l’Olimpica Salentina Isabella Selce e Francesco Massafra, per la Netium Giovinazzo Flavia Bevilacqua e Alessandro De Ruvo, per la Sport Project Monica Irpinia, Chiara Pepe, Giovanni Serino e per l’Aquarius Piscina Canosa Leonardo Ruberto.

Una nuova  esperienza al cospetto di atleti provenienti da tutt’Italia di cui molti con già maggiore esperienza in queste affascinanti competizioni a mare e che vantano già convocazioni con la Nazionale giovanile, nonostante tutto i nostri ragazzi hanno gareggiato con il giusto spirito agonistico e con la consapevolezza della grande opportunità di aver accresciuto il proprio bagaglio esperienziale.

Nella classifica finale la vittoria è andata alla rappresentativa della Sicilia davanti alla Campania ed alla Liguria mentre la Puglia si è classificata all’ottavo posto.

Nei risultati delle gare miglior piazzamento individuale per Monica Irpinia che nella 5 km femminile Juniores ha chiuso al decimo posto su trenta atlete partecipanti mentre la staffetta 4 x 1250 mista Juniores è ottava con Christian Palmisano, Leonardo Ruberto, Chiara Pepe  e Monica Irpinia.

Grande entusiasmo nelle parole di Ruggiero Messina che del settore Nuoto di Fondo è il motore principale in Puglia :” Se non inizi, non lo puoi comprendere. Avere le opportunità, viaggiare per allargare i propri orizzonti e contatti ma soprattutto acquisire i benefit di ogni nuova esperienza dimostrando determinazione e professionalità sono i criteri necessari di un percorso di crescita personale fatto di illimitata curiosità e spropositato sentimento. Grazie ai due ct nuoto di fondo Fin Puglia Daniela Lamacchia Claudia Corrente e a tutti i giovanissimi agonisti che hanno la fortuna di vivere con me come prima storica rappresentativa Fin Puglia al Trofeo delle Regioni di nuoto in acque libere della Federazione Italiana Nuoto. Alla luce degli attuali successi agonistici di atleti importanti come Gregorio Paltrinieri, Domenico Acerenza, Dario Verani e Giulia Gabbrielleschi in campo internazionale siamo ancora più motivati al nuovo progetto regionale di una disciplina sportiva imparagonabile alla vasca.”

Non da meno le parole di Daniela La Macchia:” È stata la prima esperienza in questo settore per i ragazzi e anche per noi tecnici. Una due giorni che ha arricchito il nostro bagaglio tecnico e dato a noi e agli atleti, da una parte la consapevolezza che c’è molto da lavorare per poter essere all’altezza di competizioni nazionali davvero di alto livello e al tempo stesso la volontà di provarci. Raccogliendo le impressioni dei ragazzi abbiamo percepito inizialmente un po’ di timore, superato poi dall’entusiasmo e dalla curiosità di una nuova sfida… a loro dire l’essersi misurati su distanze e situazioni diverse dal solito può portargli maggiore sicurezza nell’affrontare le gare di vasca. Questa rappresentativa è stata a mio avviso, aldilà dei risultati, un primo passo importante in un percorso che il comitato regionale ha deciso di intraprendere e che spero venga accolto da altri atleti e tecnici pugliesi per dar modo al settore di creare un movimento giovanile in Puglia. Un’ultima nota positiva… mi è piaciuto moltissimo lo spirito di gruppo che ha animato i ragazzi durante la trasferta.”

 

Dello stesso avviso anche per coach Claudia Corrente: ” Ci siamo confrontati con un livello veramente alto, ne eravamo coscienti ma probabilmente non credevamo così alto, è stato molto bello e per quanto mi riguarda il confronto porta sempre e solo alla crescita; è stato molto bello vedere i ragazzi unirsi in così pochi giorni infatti nell’affrontare la prova di staffetta il gruppo si è unito e si è visto lo spirito del gruppo ed anche nelle prove individuali sono stati tutti bravissimi, in mezzo a ragazzi già convocati nelle nazionali giovanili. Mi auguro che questa prima esperienza oltre che a far fare le ossa a chi poi si è cimentato in acqua possa essere da traino per tutto il movimento e che possa attirare nei prossimi anni più tecnici perché e da li che deve partire la spinta verso ognuno dei propri atleti per cimentarsi in queste gare, che poi non significa dover scegliere tra vasca ed acque libere però ampliare la proposta agonistica anche con le acque libere“.

 

Stefano Palazzo

Area Comunicazioni

Federnuoto Puglia